SABOTAGGIO TEATRO / sabotaging is an action of disorder, a practice of resistance

SABOTAGGIO TEATRO

Sabotaggio Teatro - SABOTARE IL MECCANISMO Sabotaggio Teatro - SABOTARE IL MECCANISMO

CASALE LE PIETRE

La sede che ospita il progetto {BE/ Sabotage - BE/ Revolution} è Casale Le Pietre,nei dintorni di Fara Sabina (RI). Il recupero di questo antico casale è stato immaginato come spazio associativo grazie all’intervento di Grecam APS che lo ha preso in gestione privata ma collettiva a partire dal 1993. La casa padronale è stata ripensata per essere vissuta non più come uno spazio abitativo ma come un luogo che possa accogliere una collettività, mentre l'antico frantoio è stato trasformato in una sala prove.


La scelta di un luogo che si innesta nel selvatico è chiave perché testimonia la volontà di Sabotaggio Teatro di sviluppare un percorso in armonia col territorio e al tempo stesso decentrato che riesca quindi a modificare il senso del tempo e dello spazio.

CHI CI OSPITA

“Abbiamo trovato un terreno lasciato in abbandono, con un vecchio franto, con la consapevolezza che curare la terra significa curare noi stessi... abbiamo curato il terreno intorno unendo la salvezza degli ulivi antichi con la nascita di nuovi alberi e di altri spazi. È un luogo che va curato ed alimentato, e che nello stesso tempo ci cura e ci alimenta, ci permette, partendo dal contatto diretto con la natura, di entrare in maggior contatto con noi stessi.“


Grecam APS


L'ASSOCIAZIONE

L’associazione Grecam APS nasce negli anni ’80 da un desiderio di Norberto Silva Itza, poeta, scrittore, artista, regista teatrale, psicoterapeuta, di origine uruguaiana. Dal suo lavoro di psicoterapeuta ed educatore nelle scuole e dalla sua esperienza in America Latina, nel programma di alfabetizzazione delle popolazioni locali, Norberto ha tratto l’impulso e la determinazione per creare un metodo di lavoro terapeutico attraverso il movimento corporeo. Punto di partenza l'uomo nella sua interezza: il corpo, la mente, i pensieri e le emozioni, il desiderio e l'azione, il proprio passato, il presente, la capacità di progettare il futuro.
Obiettivo: l'integrazione di tutte queste parti per darsi una possibilità di trasformazione. Un processo che avviene attraverso il lavoro sul sé e l'esercizio della creatività nelle sue diverse forme; una leva di contrasto con la tendenza, tutta occidentale, all'isolamento e alla separazione, alla competizione e all'individualismo, e una spinta ad uscire dal proprio guscio.


<---------------

L’associazione Grecam APS, “laboratorio permanente” che dura ormai da più di 30 anni, ha realizzato spettacoli teatrali, reading di poesia, video e musica, installazioni, eventi culturali e progetti formativi. Comune denominatore: raccontare, raccontarsi, parlare dell’uomo, della persona, dal singolo al collettivo, dal privato al sociale. In questo dialogo continuo tra simbolico e reale, tra metafora e concretezza, tra l'ideale e il fare, abbiamo costruito, in questi anni, degli spazi da curare e che ci curassero. Abbiamo creato un giardino nella casa in campagna dove ci esercitiamo a tenere lo spazio comune. Abbiamo realizzato la nostra sede nel cuore multiculturale di Roma, il quartiere Esquilino. Abbiamo aperto altre sedi dell’associazione a Cagliari, Sassari e Torino. Oggi nelle nostre produzioni artistiche, il linguaggio poetico, nella sua sintesi e bellezza, dialoga con altre arti, teatro, video, manufatti artistici, opere scultoree. Ora come allora - in un’epoca complessa per tutti - discutiamo, ci appassioniamo per progettare insieme, siamo tuttora affascinati dal piacere di realizzare concretamente i nostri sogni.